Cagliari, lavori conclusi: ecco il nuovo ascensore a Santa Chiara

Oggi sopralluogo della commissione. Marcello, Pd: “Ora resta solo il collaudo da parte del ministero che arriverà a brevissimo”, Mereu, FdI: “La maggioranza in campagna elettorale si arrampica sugli specchi dell’ascensore”



Ecco il nuovo ascensore per Castello. Conclusi i lavori per la sistemazione del nuovo ascensore di Santa Chiara. Oggi il sopralluogo della commissione Mobilità. “I lavori sono finiti”, spiega Fabrizio Marcello, presidente della commissione Mobilità, “ora per la messa in esercizio serve solo il collaudo dell’Ustif (ufficio degli impianti fissi del ministero dei Trasporti, ndr) per il quale sono certo che basteranno un paio di mesi. Stanno per concludersi anche i lavori per l’ascensore del bastione di Saint Remy, mentre per quello di piazzetta Mundula sono in corso i lavori”. Polemiche dall’opposizione: “La maggioranza in campagna elettorale si arrampica anche sugli specchi dell’ascensore”, contesta Alessio Mereu, FdI, vicepresidente della commissione, “pur sapendo che non partirà prima delle elezioni e non si conoscono i tempi dell’avvio definitivo. Mentre sono fermi i lavori degli altri due ascensori per raggiungere Castello”.

Gli ascensori che collegano Stampace e Villanova a Castello entrano in funzione nel maggio 2000. Ma fin dal primo periodo creano dei grossi problemi di funzionamento. In particolare il vano in cui viene alloggiato il motore, realizzato sotto terra senza prese di areazione crea un continuo surriscaldamento dell’olio idraulico fermando spesso gli impianti. Un altro problema che si presentò ben presto era costituito dalla mancanza di circolazione di aria all’interno della cabina, la quale, soprattutto nei mesi estivi, è esposta al sole portando la temperatura all’interno della medesima a dei livelli intollerabili. Le macchine dopo quindici anni di vita con un’usura molto elevata alcuni andate fuori servizio e l’amministrazione ha deciso di sostituirle. Il primo terminato è l’impianto di Santa Chiara che collega la salita Santa Chiara, tra i resti dell’omonimo monastero duecentesco, fino alla quota di via Cammino Nuovo, risparmiando ai turisti, al popolo della movida e agli utenti del parcheggio di via Cammino Nuovo, le ripide scalette. L’ascensore ha una corsa di 9,70 ml con due fermate, la velocità di salita è pari a 1,00 m/sec. La capienza dell’impianto è di 12 persone con una portata di 900 kg, l’ascensore ha tre fermate oltre alla fermata di imbarco e di sbarco sarà presente una fermata intermedia per il soccorso dei passeggeri in caso di emergenza.

Ultima modifica: 12 febbraio 2019

In questo articolo