Cagliari, in piazza una statua di Sciola dedicata ad Antonio Gramsci | VIDEO

Una statua di Pinuccio Sciola impreziosirà Piazza Gramsci. Tre giorni di festa per celebrare l'Arte in tutte le sue forme in modo da coronare il sogno dell'artista Pinuccio Sciola che, scomparso un anno fa, ha lasciato un testamento artistico



Una statua di Pinuccio Sciola impreziosirà Piazza Gramsci. Tre giorni di festa per celebrare l’Arte in tutte le sue forme in modo da coronare il sogno dell’artista Pinuccio Sciola che, scomparso un anno fa, ha lasciato un testamento artistico che i figli, creando la Fondazione a lui intitolata, vogliono tenere vivo e portare all’attenzione di tutti gli appassionati.

Nel paese museo di San Sperate, dal 29 settembre al 1 ottobre, andrà, quindi, in scena “Sant’Arte”, Festival di arti visive ideato dalla Fondazione Pinuccio Sciola presieduta dal figlio dell’artista, Tomaso e organizzata con Maria, la minore dei figli.

Alla presentazione della manifestazione, che si è tenuta nella sala conferenze della MEM – Mediateca del Mediterraneo, ha partecipato l’Assessore alla Cultura del Comune di Cagliari, Paolo Frau che ha voluto sottolineare come anche il capoluogo abbia sempre tenuto in considerazione l’artista di San Sperate. Alcune delle sue opere, infatti, sono custodite dall’interno della Galleria Comunale e le sue sculture abbelliscono l’ex Giardino sotto le Mura, intitolato di recente ai fratelli Giuseppe e Vittorino Fiori.

“Non possiamo che essere felici nel vedere realizzato un sogno di Pinuccio Sciola – ha commentato l’Assessore Frau – perché come città di Cagliari stiamo facendo in modo che lui continui a vivere tra noi attraverso le sue opere e che gli venga attribuito il giusto onore. E proprio per questo, siamo ormai vicini ad arrivare all’accordo con la Fondazione per collocare una scultura di Pinuccio Sciola nella Piazza Gramsci. Si tratta di un’opera realizzata dall’artista isolano pensando ad un altro illustre sardo con particolare riferimento alla sua carcerazione”.

Un omaggio che la città di Cagliari ha voluto fare a Sciola e che cade nell’ottantesimo anniversario della scomparsa di Antonio Gramsci.

Alla conferenza stampa, oltre a Paolo Frau e i rappresentanti della Fondazione Pinuccio Sciola, hanno preso parte anche Maria Luisa Frongia del Dipartimento di Storia, Beni Culturali e Territorio dell’Università degli Studi di Cagliari, Elisabetta Villani della Direzione Organizzativa e Rossella Atzori che ha curato in particolare le tavole rotonde.

La Festa dell’Arte si snoderà in un ricco programma di appuntamenti, spettacoli, esibizioni, lavoratori e tavole rotonde che coinvolgeranno oltre cento tra artisti di strada, giornalisti, fotografi e tutti gli appassionati di arte che arriveranno da tutta Italia e non solo.

Un’iniziativa che fonderà diverse sensazioni, tra le emozioni nel ricordo di Sciola e l’ammirazione per le opere, sia le sue che quelle degli artisti partecipanti ad una manifestazione che, per utilizzare le parole dello scultore di San Sperate: “Sarà l’unica festa in calendario da festeggiare tutti i giorni dell’anno perché è l’unica in grado di salvare l’uomo dall’appiattimento mentale”.

Ultima modifica: 21 settembre 2017

In questo articolo