Cagliari, Genneruxi rione delle corse pazze in auto: “La morte di Raffaella si poteva evitare”

In rivolta i residenti del quartiere dopo l’incidente di questo pomeriggio. Verso le 13: 30 Raffaella Cuboni, è stata travolta da un’auto sulle strisce pedonali davanti a piazza padre Pio, mentre andava a prendere la figlia a scuola. Da tempo gli abitanti segnalano macchine a tutta velocità anche in via dell’Abbazia e via Bonn: "Corrono troppo. Serve un semaforo in più"



“La tragedia si poteva evitare”. Sono in rivolta i residenti a Genneruxi dopo l’ultimo incidente mortale di questo pomeriggio. Verso le 13: 30 Raffaella Cuboni, è stata travolta da un’auto sulle strisce pedonali davanti a piazza padre Pio, mentre andava a prendere la figlia a scuola. Città in lacrime e un rione, Genneruxi, in rivolta, dopo l’ennesimo incidente. “La tragedia si poteva evitare. Le strisce pedonali ci sono ma serve un semaforo”, scrive Laura abitante del quartiere, “un semaforo e più controlli. Le auto corrono troppo e non si fermano neanche sulle strisce”.

Ma da tempo l’allarme era stato lanciato. Le segnalazioni arrivano soprattutto da via dell’Abbazia la strada che collega la zona di via della Pineta, largo Gennari e via Pergolesi con lo svincolo per l’asse mediano da molti considerata come una pista da corsa, dove le auto e le moto, segnalano gli abitanti del rione, sfrecciano a tutta velocità. Sempre a Genneruxi altre strade pericolose, per i residenti, sono via Bonn e via Nizza.

Ultima modifica: 12 febbraio 2019

In questo articolo