Cagliari, discussa tesi di laurea con il canto dei tenores di Seneghe

Grandi emozionidurante la discussione della tesi di Domenico Cubeddu. Nell'aula Wagner ha risuonato il canto "a cuntrattu" in sardo, italiano e spagnolo di una poesia composta per il "Ballu e cantadu". GUARDATE IL VIDEO



La discussione della tesi di Domenico Cubeddu nel corso di laurea triennale del corso di Lingue e Culture per la Mediazione Linguistica dell’Università di Cagliari è stata arricchita ieri dalla partecipazione del coro di tenores di Seneghe (un paese in provincia di Oristano). Il lavoro di ricerca svolto per la tesi è stato discusso dal dottor Cubeddu con la prof.ssa Daniela Zizi, docente di  Lingua e Traduzione Spagnola della Facoltà di Studi Umanistici.

 Il coro di Seneghe ha cantato “a cuntrattu” la traduzione, dal sardo verso l’italiano e verso lo spagnolo, di una poesia scritta per il “ballu ‘e càntidu”, cioè un tipo di poesia scritta per accompagnare i balli in piazza. Proprio la traduzione della poesia, il cui autore è Domenico Cossa, è stato particolarmente complesso, perché si trattava di rispettare la metrica e l’endecasillabo in modo da permettere il canto e il ballo anche delle versioni tradotte. Il lavoro svolto dal dottor Cubeddu si inserisce in questo modo in uno dei temi di ricerca della prof.ssa Zizi, la poesia improvvisata in Sardegna, Spagna e Cuba.

 

 

Ultima modifica: 28 giugno 2017

In questo articolo