Ctm, nuovi conducenti in arrivo: “Entro marzo 53 assunzioni a Cagliari”

“Si è concluso l’iter selettivo che ha portato alla costituzione di una graduatoria di 148 conducenti iniziato a Novembre del 2018 – dichiara l’Avv. Roberto Porrà, Presidente di CTM SPA – e già da Marzo inseriremo 53 nuovi operatori d’esercizio”.



“In un contesto di crisi occupazionale che sta attraversando la nostra Regione, essere una delle poche realtà che assumono, è per CTM e per i Soci proprietari, che ricordo essere il Comune di Cagliari, la Città Metropolitana di Cagliari e il Comune di Quartu Sant’Elena,  grande responsabilità e motivo di orgoglio. Assumeremo personale con un’età che va dai 25 anni fino ai 55 anni e che potrà finalmente  costruirsi un futuro e chi vorrà, una famiglia”.

“La nostra Azienda che già si colloca tra le eccellenze italiane e europee, vuole rimanere leader del settore proprio attraverso la buona capacità gestionale, l’acquisto dei nuovi mezzi e l’inserimento di nuova forza lavoro”.

“Dalla graduatoria  che rimarrà in vigore per tre anni – continua Porrà –continueremo ad attingere per le prossime assunzioni”. “Vorremo infatti poter continuare ad assumere personale e ci attendiamo che il Disegno di Legge sulla riforma del Trasporto pubblico locale concernente l’Istituzione del bacino di mobilità per i servizi di trasporto pubblico locale, deliberato dalla Giunta regionale del 11 dicembre 2018, n. 60/27,  possa finalmente vedere l’approvazione da parte del prossimo Consiglio Regionale e permetta alla nostra azienda e alle aziende di trasporto pubblico locale lo sviluppo necessario per garantire il trasporto pubblico efficiente tanto atteso dalle cittadine e dai cittadini sardi”.

“CTM continua con la sua politica di visione del futuro del trasporto sostenibile, mantenendo bilanci in ordine, servizi efficienti e anche assumendo personale – conclude Porrà – Spero, personalmente, che la visione politica dei Sardi possa coincidere con la nostra.”

L’Azienda fa sapere che sono stati 500 i partecipanti  che, in possesso delle patenti D e E (quest’ultima da avere all’atto dell’assunzione) e della Carta di Qualificazione del Conducente (CQC) hanno sostenuto dapprima un test psico-attitudinale, poi una valutazione attraverso dinamiche di gruppo e colloqui individuali e ben due prove di guida: una di abilità su percorso chiuso al traffico e una su percorso cittadino basato su linee CTM. Costituiva titolo di maggior punteggio (2 punti) il Diploma di scuola media superiore e l’attestato di lingua inglese (da livello B1 a C1). Tutte le informazioni  relative alle fasi della selezione  sono state pubblicate sul sito trasparenza di CTM, dove è possibile anche consultare la graduatoria finale.

Ultima modifica: 11 febbraio 2019

In questo articolo