Cagliari, la carica dei centri commerciali tra città e hinterland

Nuovo al Bricoman di Assemini, e gli spazi commerciali dello stadio e viale la Playa. Poi Risparmio Casa a Selargius e ipermercati in via Biasi, via Dante e viale Monastir. In arrivo oltre 120 mila metri quadrati di superfici di vendita nei prossimi anni



Nuovo al Bricoman di Assemini, e gli spazi commerciali dello stadio e viale la Playa. Poi Risparmio Casa a Selargius e ipermercati in via Biasi, via  Dante e  viale Monastir. La grande distribuzione non fa sconti al piccolo commercio e prosegue nell’invasione di dell’area vasta del capoluogo.

Tra città e area vasta ci sono il polo commerciale di Quartucciu costituito da Le Vele (26 mila e 400 mq) e Millennium (leisure center di 18 mila mq), quello di Sestu con La Corte del Sole (29 mila 700 mq) e Sardinia outlet village (20 mila mq) e i due Auchan di Santa Gilla (22 mila mq) e Marconi a Pirri (20 mila), quest’ultimo però pronto all’ampliamento. Tutti in competizione con l’area commerciale del centro, sia la parte storica (via Roma, largo Carlo Felice, via Manno e via Garibaldi) che quella “nuova” di via Alghero, via Paoli e via Dante.

Ma i colossi del commercio, sia dell’alimentare ma non solo non mollano. Il supermercato all’ex Eftas di San Bartolomeo è l’ultimo esempio. Ecco tutti i progetti in dirittura d’arrivo. Ex Biho di via Dante. La società Igm di Villacidro vuole realizzare una media struttura di vendita (mista, 80% alimentare, 20% non alimentare) che potrebbe nascere in una zona centrale della città, accanto agli impianti sportivi del complesso dell’Ossigeno e a breve intercettata dalla metropolitana leggera. Secondo il progetto, i locali che ospiteranno le attività commerciali sorgeranno al piano terra di due distinti fabbricati, sede del complesso edilizio denominato “Biho”, attualmente destinati ad ufficio (peraltro mai in attività) e avranno  superfici di vendita rispettivamente di 810 mq (fabbricato A) e 535 mq (fabbricato B). Spazio anche a 99 posti auto destinati alla clientela. Gli accessi saranno due: uno da via Dante e l’altro da via De Gioannis.

Raddoppio di Auchan a Pirri. Ben 57 mila in metri cubi in più (che vanno ad aggiungersi ai 130 mila 950 c esistenti) ed un numero di posti auto complessivo, in seguito agli interventi, pari a 2 mila, più 40 per disabili. E la superficie di vendita passerà dagli attuali 15 mila 863 mq a 23 mila 863 mq, con un ampliamento di progetto pari a 8 mila mq. La galleria commerciale esistente sarà riorganizzata a e ristrutturata. Verrà ampliato l’atrio di ingresso dal parcheggio e ci sarà una nuova “mall” (zona da passeggio) con percorso quadrangolare e la superficie commerciale sarà estesa all’ area attualmente riservata a piazza scoperta. Altri locali saranno ricavati grazie all’ ampliamento dell’edificio lungo il fronte ovest della struttura.

Galleria riorganizzata anche al primo piano. Anche qui nuova “mall” con percorso quadrangolare ed  estensione della superficie commerciale a chiusura del vuoto sull’attuale piazza del piano terra. Mentre al secondo piano provvederà ad alcuni piccoli ampliamenti, saranno realizzate le chiusure perimetrali e la copertura opaca sul vuoto della piazzetta del piano terra, che viene eliminata.

Verrà ingrandito (ma in misura molto più modesta) anche l’Auchan di Santa Gilla.

Ex ferriere di Elmas. Un centro commerciale, che nella versione rimodulata a gennaio 2014, prevede una superficie di vendita pari a 46 mila 257 mq, incrementata rispetto a quella inizialmente prevista di 27.866 mq, 1.850 parcheggi, strutture polivalenti di uso pubblico e privato. Per il deputato di Unidos, Mauro Pili, che parla di “oltre 700 mila metri cubi all’ingresso della città capoluogo della Regione”, si tratta di “una vera e propria città alle porte di Cagliari”.

Bricoman Assemini. L’intervento proposto prevede la demolizione delle strutture della ex Gecopre, già destinate alla produzione di manufatti prefabbricati in calcestruzzo e abbandonate dal 2014, per l’insediamento di un centro commerciale. L’edificio, adibito a punto vendita al coperto, è costituito da un volume rettangolare (realizzato con elementi prefabbricati) di dimensioni di circa 69 x 116 metri, con una superficie coperta complessiva di circa 11 mila mq e altezza sarà di quasi 11 metri. All’esterno troverà spazio un’area per la vendita di merci ingombranti (con la formula drive in, con gli acquisti fatti direttamente a bordo del proprio mezzo) su una superficie di 4 mila 500 mq. Previsto anche un edificio da destinare a locale di ristoro, con superficie coperta pari a 252 mq dotato di area verde e parcheggi pertinenziali.

Stadio. Ed ecco i numeri delle aree commerciali del Sant’Elia del futuro: 13 mila 372 mq per lo shopping, mille e 369 per l’eventuale futura espansione comparto commerciale, 2 mila 686 mq di galleria e 153 e 196 per bagni e uffici. Previsto anche il potenziamento del centro commerciale di viale La Playa e dell’Auchan a Santa Gilla. Riapre anche il centro commerciale di viale La Playa e nuove grandi strutture di vendita sono previste in via Biasi (c’è già l’ok del Comune) e in viale Monastir (chiesta l’autorizzazione) a Cagliari. Imminente l’apertura di Risparmio Casa a Selargius.

 

Ultima modifica: 9 marzo 2018

In questo articolo