Cagliari, buche e dossi nella pista ciclabile di via Sonnino: e i ciclisti? Solo uno in un’ora | VIDEO

La strada dove è rimasto ferito il "capo" dei ciclisti, Virgilio Scanu. C’è solo una lunga linea gialla e qualche simbolo di bicicletta ormai scolorito. Nel tratto teatro del grave incidente a Virgilio Scanu, la pista ciclabile voluta dal Comune è mezzo distrutta e senza nessuna protezione. GUARDATE il VIDEO REPORTAGE con le tante difficoltà di un ciclista



Eccola, la pista ciclabile di via Sonnino: dall’angolo con piazza Garibaldi sino a via XX Settembre è, nei fatti, una semplice striscia d’asfalto, “separata” dalle automobili parcheggiate da una linea disegnata per terra. La strada dove è rimasto ferito il “capo” dei ciclisti, Virgilio Scanu.  Decine di buche e dossi non la fanno certo somigliare a una pista in grazia di Dio, e proprio nel tratto subito dopo piazza Gramsci, il 2 settembre scorso, Virgilio Scanu (presidente della Fiab) è rimasto vittima di un brutto incidente, con tanto di trauma cranico, fratture e punti di sutura sopra l’occhio destro. Esiste da qualche anno, il Comune guidato da Massimo Zedda ha ristretto la strada proprio per poter dedicare una mini corsia agli amanti delle due ruote senza motore.
Tuttavia, in un’ora buona ci passa appena un ciclista, che viene tra l’altro rallentato da una coppia di persone ferme sopra le strisce pedonali in attesa del semaforo verde e da una moto parcheggiata proprio a ridosso del mini corridoio attaccato al marciapiede. Questa, nel 2018, la situazione di uno dei tanti tratti riservati ai ciclisti, in una zona di Cagliari dove, dati alla mano, continuano a passare quasi esclusivamente automobilisti.

Ultima modifica: 14 settembre 2018

In questo articolo