Cagliari, bloccati al Brotzu i reparti di Medicina: esplode la polemica politica

 “Il bollettino di guerra della Sanità malata oggi registra la chiusura dei reparti di Medicina del Brotzu e la sospensione ‘per motivi logistici’ dell’attività chirurgica all’ospedale di San Gavino”



 “Il bollettino di guerra della Sanità malata oggi registra la chiusura dei reparti di Medicina del Brotzu e la sospensione ‘per motivi logistici’ dell’attività chirurgica all’ospedale di San Gavino”. La denuncia è di Ugo Cappellacci, coordinatore regionale di Forza Italia. “Per quanto riguarda l’ospedale cagliaritano – evidenzia Cappellacci- rileviamo che in maniera irresponsabile si bloccano Medicina I e Medicina II per lavori urgenti ed improcrastinabili, con un preavviso di pochi giorni e senza prevedere delle alternative a quello che rappresenta un punto di snodo di un ospedale. Per quanto attiene al N.S. di Bonaria, il fatto che si sospenda l’attività chirurgica con un preavviso di 24 ore è di una gravità tale che non c’è bisogno di aggiungere ulteriori commenti. Ma purtroppo non si tratta di casi isolati perché da Tempio ad Isili, passando per altre realtà riceviamo quotidianamente segnalazioni di carenze di personale, a causa di una politica scellerata che taglia tutto ciò che serve e salvaguarda il superfluo. Si trovano i soldi per aumentare lo stipendio dei manager continentali, perfino per dare un portavoce (ovviamente piemontese) al direttore dell’ATS, ma non si trova il tempo né il denaro per curare i pazienti, per assicurare il personale e gli strumenti adeguati ad intervenire. Questa è la loro riforma: una Sanità che cosa molto di più per offrire molto di meno ai cittadini”.

Ultima modifica: 7 dicembre 2017

In questo articolo