Cagliari, all’Università 3 nuovi corsi e zero tasse per migliaia di studenti

Ottantuno corsi per conquistare la coroncina d’alloro, con le novità nel campo della cybersecurity e della produzione multimediale. Spicca la no tax area, una rivoluzione per tantissimi giovani sardi. Ecco chi può studiare gratis



di Paolo Rapeanu

Il reddito Isee non supera i 23mila euro? E allora gli studi sono gratis, per qualunque corso. È questa la novità più importante per l’Università di Cagliari, nella presentazione del Piano dell’offerta formativa 2018/2019. Un provvedimento che riguarda migliaia di giovani che, a partire dal 16 luglio prossimo, saranno impegnati o con i test di selezione o con le semplici iscrizioni a questa o quella facoltà. Sono trentasette i corsi di laurea triennali, 38 quelli magistrali e sei a ciclo unico. Con tre novità: le lauree magistrali in Computer engineering, cybersecurity and artificial intelligence, Scienze delle professioni sanitarie tecniche diagnostiche e Scienze della produzione multimediale. Confermata l’attività dell’orientamento in entrata, servizio rivolto agli studenti sardi di tutte le scuole superiori e già iscritti da meno di un anno all’Università, le tessere baby e le stanze rosa, l’alternanza scuola-lavoro e i premi in denaro per i migliori laureati, con 1000 euro lordi a testa. Sono settanta i corsi erogati in lingua inglese.

“L’Ateneo raggiungerà tutte le scuole del territorio, per aiutare i nostri futuri studenti nella scelta loro percorso”, dice il rettore Maria Del Zompo, “crediamo allo sviluppo della Sardegna, ecco perché incrementiamo la nostra scelta formativa, nonostante i tagli alle risorse e al personale. Stiamo migliorando e continueremo a farlo, quest’anno abbiamo raggiunto la quinta posizione tra i grandi atenei italiani”.

Ultima modifica: 13 luglio 2018

In questo articolo