Avvoltoio monaco ucciso in Libano: “Il cacciatore posa orgoglioso con la sua preda, quanta indignazione”

Avvoltoio monaco ucciso in Libano: anche al di fuori della migrazione la caccia rimane un grosso problema in Medio Oriente. La Cabs anti bracconaggio denuncia l'episodio



Avvoltoio monaco ucciso in Libano: anche al di fuori della migrazione la caccia rimane un grosso problema in Medio Oriente. La Cabs anti bracconaggio denuncia: “Queste immagini mostrano un cacciatore che posa orgoglioso per aver abbattuto un rarissimo avvoltoio monaco poco prima della fine dell’anno. Questa specie non è migratrice (ed era meglio se si manteneva lontano dal Libano) ed è ad alto rischio di estinzione in gran parte del suo areale. L’uccisione ha causato indignazione sui social media arabi. Noi continueremo a lavorare con i nostri partner libanesi per documentare e limitare questo massacro”.n

Ultima modifica: 17 gennaio 2019

In questo articolo