Assemini, attentato contro auto del titolare di una pizzeria: “Vado avanti, io sono onesto”

In fiamme l'automobile e il furgone della pizzeria I 4 Venti, il gesto avvenuto di notte davanti alla casa del proprietario. “Veicoli pagati con sudore e fatica. Non ho mai rubato niente, continuerò per mantenere la mia famiglia”



Un gesto intimidatorio, questa l’ipotesi più accreditata. Qualcuno ha incendiato il furgone e l’automobile del proprietario della pizzeria I 4 Venti, famosissima in città. Entrambe le vetture erano parcheggiate davanti alla casa del titolare, chi ha agito l’ha fatto “coperto” dal buio della notte. Oltre alle immagini pubblicate sul profilo ufficiale Facebook della pizzeria, c’è anche il messaggio del titolare.
“Gentili compaesani, davanti a casa mia hanno bruciato il furgone e la macchina della attività pagato con il sudore e la fatica. Tutto questo davanti a casa mia, davanti ai miei figli! Se qualcuno ha visto qualcosa è pregato di aiutarci per cercare che questo gesto non resti impunito. A voi (cioè agli attentatori, ndr) invece dico: impegnatevi nel vostro lavoro come vi impegnate nel bruciare le macchine. Vedrete che invece di perdere clienti ne avrete di più. Non ho rubato niente, non ho mai fatto offerte e non ho mai abbassato la qualità. Se voi non lavorate non è colpa mia, ma per la vostra inesperienza. Quindi sappiate che continuerò nella mia strada per mantenere la mia famiglia”.

Ultima modifica: 7 dicembre 2017

In questo articolo