Addio Matteo Pireddu, 30 anni, di Capoterra: lascia una bambina e tanti amici rossoblù che lo adoravano

Aveva una bellissima bimba, una vita davanti, il destino se lo è portato via e non ci sono ancora certezze sulla sua morte. I tifosi della curva Nord: "Ciao Matteo, per tutti noi eri un grande fratello". Un ragazzo allegro, tranquillo: per tanti sarà impossibile dimenticare il suo sorriso



Addio Matteo Pireddu, 30 anni, di Capoterra: lascia una bambina e tanti amici rossoblù che lo adoravano. Un intero paese in lacrime, tantissime persone che nelle ultime ore si erano dette disperate durante le ricerche del giovane trovato oggi senza vita, in località Marzaloi. Aveva una bellissima bimba, una vita davanti, il destino se lo è portato via e non ci sono ancora certezze sulla sua morte. I carabinieri escludono al momento che terze persone siano state coinvolte nella sua morte. Ma resta l’amarezza, la delusione di tantissime persone per non essere riuscite in qualche modo a salvarlo.

Chiude per lutto su Fb il gruppo “Daniele Conti per sempre nostro capitano”, con le belle parole dell’amministratore che lo ricorda così: “Il gruppo chiude per lutto. Che tu possa riposare in pace Matteo. Sentite condoglianze alla famiglia. Ciao fratello!”. Matteo faceva parte infatti degli Sconvolts, gli appassionati ultras della curva Nord del Cagliari, stimati in tutta Italia per la loro grande passione. Un ragazzo tranquillo, sempre allegro, sosteneva il Cagliari sia in casa che in trasferta. Per tanti a Capoterra e non solo, sarà impossibile dimenticare il suo sorriso. Per questo, con grande dispiacere, ci resta solo un mare di cuoricini sul web. 

jacopo.norfo@castedduonline.it

Ultima modifica: 5 dicembre 2018

In questo articolo