Addio Massimo Stara, muore dopo il morso di un ragno: “Causa incerta”

Il calvario per il morso di un ragno violino, poi la morte: Cagliari piange Massimo Stara, 45 anni, conosciutissimo e stimato anche per la sua attività nel negozio di ortopedia in via Sant'Alenixedda. L'uomo aveva raccontato di essere stato stato morso da un ragno quasi invisibile, grande quanto un'unghia, circa tre mesi fa nel suo terreno di Capoterra. I medici: causa incerta, l'uomo soffriva anche di altre patologie



Il calvario per il morso di un ragno violino, poi la morte: Cagliari piange Massimiliano (noto Massimo) Stara, 45 anni, conosciutissimo e stimato anche per la sua attività nel negozio di ortopedia in via Sant’Alenixedda. L’uomo aveva raccontato di essere stato morso da un ragno quasi invisibile, grande quanto un’unghia, circa tre mesi fa nel suo terreno di Capoterra. Ora è morto. Oggi in tanti lo piangono: il 3 agosto era stato intervistato da Antonello Lai di Tcs, in una intervista strappa cuore. Nel video, disponibile su Youtube, Massimo Stara raccontava la sua storia: “Mi hanno diagnosticato la puntura di un ragno violino, che insieme all’Argia in Sardegna è il più velenoso. All’inizio non ho sentito niente, poi il prurito nella gamba destra, e ho cominciato a grattarmi. Da lì è uscita una sorta di bolla con del liquido, e il giorno dopo hanno iniziato a divulgarmi delle ferite che mi hanno mangiato la carne. Alla fine questa situazione mi ha intaccato un rene e poi anche il fegato e i polmoni”.

Ai primi di agosto Massimo sembrava essersi ripreso, e aveva iniziato un importante percorso riabilitativo nonostante la muscolatura fosse molto indebolita. Massimo era stato già tre giorni in coma. Poi il peggioramento, dovuto alle sue condizioni di salute precaria, e la morte. Il 45enne cagliaritano è deceduto stanotte alle 3.45 all’ospedale Santissima Trinità, i suoi funerali saranno domani (lunedì) alle 14 presso la cappella del cimitero San Michele. In serata però i medici del Santissima Trinità hanno fatto sapere che la causa della morte è incerta perchè l’uomo soffriva anche di altre patologie. Dunque potrebbe essere anche non direttamente riconducibile al morso del ragno. 

Ultima modifica: 4 settembre 2017

In questo articolo