“A Cagliari grande moschea e centro culturale islamico, deve vincere la ragionevolezza” | VIDEO

È felice per l’apertura del nuovo spazio di preghiera in via XX Settembre Abdou Ndiaye, segretario regionale dell’Unione culturale islamica: “I fratelli possono pregare regolarmente, una grande vittoria. Serve un centro per gli insegnamenti islamici, anche per non far dimenticare la cultura ai figli di immigrati nati qui”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA



Abdou Ndiaye è il segretario regionale dell’Unione culturale islamica. Da ventisette anni in Sardegna, origini senegalesi, ha portato i saluti all’inaugurazione della nuova moschea di via XX Settembre: “È importante perché dà una risposta a un problema che viveva Cagliari, i fedeli che pregavano in via del Collegio in strada. Adesso i fratelli che vorranno potranno venire qui, dove c’è più spazio per pregare tranquilli e senza disturbare nessuno. Sono migliaia i musulmani nell’Isola, e hanno necessità di luoghi simili”.
Infatti, l’augurio condiviso anche da Ndiaye è quello di una grande moschea in città: “Come a Roma, ma anche un centro culturale islamico dove possano svolgersi insegnamenti e offrire una risposta anche alle molte famiglie che hanno necessità di non far dimenticare la cultura di origine ai figli nati qui”. E a chi dice che una moschea, a Cagliari, non serve, Ndiaye risponde tendendo la mano “della ragionevolezza e della cultura”, perché alla fine “vincono sempre”.

Ultima modifica: 8 novembre 2018

In questo articolo