2016, siete pronti? Arriva la nuova carta di identità elettronica

Il nuovo documento prevede le impronte digitali e la scelta volontaria sulla donazione degli organi



Con il 2016 arriva la nuova carta d’identità elettronica (Cie).

Il nuovo documento (Cie in acronimo) prevede le impronte digitali e la scelta volontaria sulla donazione degli organi.

Il decreto è stato già pubblicato in Gazzetta Ufficiale, dopo che lo studio era stato predisposto dal Ministero dell’Interno che aveva previsto anche le regole di emissione per gli Enti locali.

La nuova carta di identità è dotata di un microprocessore per usufruire dei servizi online e, come detto, – oltre alle impronte digitali (con esclusione dei bambini), contiene l’indicazione dei maggiorenni se siano o no favorevoli alla donazione degli organi, ci sarà un pin che permetterà l’accesso ai servizi online dedicati. La Carta di identità elettronica (Cie) sarà realizzata con sistemi tipici delle carte valori e avrà un microprocessore per la memorizzazione dei dati. Il piano per il rilascio sarà graduale e le tappe saranno fissate da una commissione apposita.

 

 

Ultima modifica: 24 giugno 2017

In questo articolo